CLP – Classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele

 

Il regolamento (CE) n. 1272/2008 CLP (classificazione, etichettatura e imballaggio) adegua la precedente normativa UE al GHS (Sistema mondiale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche), un sistema delle Nazioni Unite volto a individuare le sostanze chimiche pericolose e a informare gli utenti di questi pericoli. Il GHS è stato adottato da molti paesi in tutto il mondo e ora viene utilizzato anche come base per le norme nazionali e internazionali in materia di trasporto di merci pericolose.

clp

I pericoli che le sostanze chimiche comportano vengono comunicati attraverso indicazioni e pittogrammi standard riportati sulle etichette e nelle schede di dati di sicurezza.
Nuovi termini hanno sostituito quelli obsoleti:

  1. miscele per preparati
  2. “hazardous” (pericolose) per “dangerous” (pericolose)
  3. pittogrammi per simboli
  4. indicazioni di pericolo per frasi di rischio
  5. consigli di prudenza per istruzioni di sicurezza
  6. le avvertenze (ad esempio Pericolo, Attenzione) sostituiscono le indicazioni di pericolo.

I nuovi pittogrammi contenuti in un riquadro rosso sostituiranno gradualmente gli attuali simboli di pericolo su sfondo arancione.

Quando entrerà pienamente in vigore il regolamento?

Il regolamento CLP è entrato in vigore il 20 gennaio 2009 e sostituirà gradualmente la classificazione e l’etichettatura della direttiva sulle sostanze pericolose (67/548/CEE) e della direttiva sui preparati pericolosi (1999/45/CE). Entrambe le direttive saranno abrogate il 1° giugno 2015.

Date importanti

  1. 1° dicembre 2010, data di riclassificazione delle sostanze
  2. 1° dicembre 2012, etichettatura delle sostanze già presenti sul mercato, in conformità del regolamento CLP
  3. Dal 1° giugno 2015 le miscele (in precedenza denominate preparati) devono essere classificate ai sensi del regolamento CLP
  4. 1° giugno 2017, rietichettatura e reimballaggio dei prodotti già immessi sul mercato.

 

SOLUZIONE PROPOSTA

Stampante CAB serie XC
L’unica stampante a trasferimento termico in grado si sopperire alle esigenze di etichettatura espresse dal regolamento CLP:

  1. Tecnologia di stampa: trasferimento termico bicolore
  2. Larghezza massima di stampa: 4 o 6 pollici
  3. Risoluzione di stampa: 300 dpi
  4. Velocità di stampa: fino a 125 mm/sec.
printer

Software di stampa Codesoft
Il software più completo per la creazione e integrazione di etichette, offre flessibilità, potenza e supporto senza pari a livello mondiale, rivelandosi così il miglior prodotto per la stampa di etichette in ambienti di produzione, interfacciabile con qualsiasi base dati e sistema di automazione industriale.